RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

SEGUIRE L’ ESEMPIO DEI MAGI

Nel giorno dell’Epifania il Papa esorta ed ammonisce: No alla prepotenza, alla sete di potere e di ricchezze.

06-01-2018 16:20

SEGUIRE L’ ESEMPIO DEI MAGI

Città del Vaticano, 6 gen. << Pur sapendo che Gesù è il Salvatore, si   preferisce vivere come se non lo fosse: invece di comportarsi in coerenza alla propria fede cristiana, si seguono i principi del mondo,  che inducono a soddisfare le inclinazioni alla prepotenza, alla sete  di potere e di ricchezze>>.

Lo ha detto Papa Francesco durante   l'Angelus a piazza San Pietro, in occasione della Festa dell'Epifania.  Il Santo Padre ha invitato i fedeli a seguire l'esempio dei Magi e la loro ''ricerca premurosa del Messia'', in contrapposizione   ''all'indifferenza dei sommi sacerdoti e degli scribi'' e alla   ''paura'' di Erode.

       << Siamo invece chiamati a seguire l'esempio dei Magi- ha precisato-  essere premurosi  nella ricerca, pronti a scomodarci per incontrare Gesù nella nostra  vita. Ricercarlo per adorarlo, per riconoscere che Lui è il nostro   Signore, Colui che indica la vera via da seguire. Se abbiamo questo   atteggiamento, Gesù realmente ci salva, e noi possiamo vivere una vita  bella, possiamo crescere nella fede, nella speranza, nella carità  verso Dio e verso i nostri fratelli>>.

Prima di concludere, Bergoglio ha inviato gli auguri natalizi a coloro che in questi giorni festeggiano il Natale secondo il calendario della loro confessione religiosa.

 ''Alcune Chiese orientali, cattoliche e   ortodosse, celebrano in questi giorni il Natale del Signore. Ad esse   rivolgo il mio augurio più cordiale: questa gioiosa celebrazione sia  fonte di nuovo vigore spirituale e di comunione tra tutti noi   cristiani, che lo riconosciamo come Signore e Salvatore. Vorrei   esprimere in modo speciale la mia vicinanza ai cristiani ortodossi   copti e salutare mio fratello Twadros II nella gioiosa occasione della  consacrazione della nuova Cattedrale al Cairo''. Ha poi ricordato che   ''L'Epifania è anche la Giornata Missionaria dei Ragazzi” raccomandando il loro impegno di preghiera,   di fraternità e di condivisione con i coetanei più bisognosi.

Nel concludere, prima di salutare i fedeli accorsi in Piazza San Pietro ha rivolto  un "saluto speciale” ai cortei folcloristici che ricordano i valori dell’Epifania.

 

Durante l’Omelia nella celebrazione della Santa Messa nella Solennità dell’Epifania del Signore aveva sottolineato il valore dell’altruismo e nel concludere il discorso all’interno della Basilica Vaticana ha sottolineato il valore del gesto dei Re Magi narrato nel Vangelo, con le parole: “Signore, fammi riscoprire la gioia di donare”.

 

( servizio di: Stefano Girotti )

Rai.it

Siti Rai online: 847