RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

LA LUCE DEL NATALE CONTRO TENEBRE

Città del Vaticano-25 dic 2019. Papa Francesco in "Urbi et Orbi" denuncia guerre ed ingiustizie e prega affinchè il messaggio della nascita di Gesù scuota le coscienze e porti la pace nel mondo

25-12-2019 16:01

LA LUCE DEL NATALE CONTRO TENEBRE

Servizio di: STEFANO GIROTTI

Città del Vaticano, 25 dic. 19 "Cristo sia luce per i tanti bambini che patiscono la guerra e i conflitti in Medio Oriente e in vari Paesi del mondo".  Lo ha detto il Santo Padre dalla Loggia centrale della Basilica di San Pietro nel messaggio  diffuso in diretta tv in tutto il mondo.  Il suo primo pensiero va al Medio Oriente con l’augurio che il Natale "sia conforto per l'amato popolo siriano che ancora non vede la fine delle ostilità che hanno lacerato il Paese in questo decennio. Scuota le coscienze degli uomini di buona volontà- auspicando che- ispiri oggi i governanti e la comunità internazionale a trovare soluzioni che garantiscano la sicurezza e la convivenza pacifica dei popoli della Regione e ponga fine alle loro indicibili sofferenze”

Il Papa rivolge un augurio al popolo del Libano, dove sono in corso proteste civili e convivono diverse fedi e religioni “ perché possa uscire dall'attuale crisi e riscopra la sua vocazione ad essere un messaggio di libertà e di armoniosa coesistenza per tutti".

Si rivolge al Bambino Gesù per portare luce contro le tenebre che avvolgono i conflitti geo-politici ed economici in tanti paesi del mondo, contro le sofferenze dei bambini, la piaga dei migranti costretti a fuggire dalla martoriata Africa e le tante situazioni di miseria del Sud America e perché si trovino soluzioni concrete e durature per ristabilire la pace in Ucraina, nel vecchio continente.  

Il suo è un appello globale che nasce dal messaggio di speranza insito nella “Parola” e nella “Buona Novella” raccontata dagli apostoli:

<< Dal grembo della madre Chiesa- dice il Papa- questa notte è nato nuovamente il Figlio di Dio fatto uomo. Il  suo  nome  è  Gesù,  che  significa  Dio  salva.  Il  Padre,  Amore  eterno  e  infinito,  lo  ha  mandato  nel mondo  non  per  condannarlo,  ma  per salvarlo.  Il  Padre  lo  ha  dato,  con  immensa  misericordia. Lo ha dato per tutti. Lo ha dato per sempre. Ed Egli è nato- precisa Papa Francesco- come piccola fiammella accesa nel buio e nel freddo della notte. Quel  Bambino,  nato  dalla  Vergine  Maria,  è  la  Parola  di  Dio fatta carne>>.

Telecronaca della diretta del Tg1 di Marco clementi. Regia di Manuela Leonbruni

 

Rai.it

Siti Rai online: 847