RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

IL PAPA AUSPICA NUOVI ACCORDI PER IMMIGRAZIONE

Francesco invita i fedeli ad opere di solidarietà di accoglienza e di misericordia, fiduciosi nell'agire sommerso ma potente di Dio.

17-06-2018 13:18

IL PAPA AUSPICA NUOVI ACCORDI PER IMMIGRAZIONE

<<Ricordate questo: Dio sempre salva. E' il Salvatore". Ha detto Papa Francesco in occasione dell'Angelus in piazza San Pietro. "Dentro le pieghe di vicende personali e sociali che a volte sembrano segnare il naufragio della speranza, occorre rimanere fiduciosi nell'agire sommesso ma potente di Dio. Per questo, nei momenti di buio e di difficoltà non dobbiamo abbatterci, ma rimanere ancorati alla fedeltà di Dio, alla sua presenza che sempre salva. Il Signore - ha spiegato il Pontefice - ci esorta a un atteggiamento di fede che supera i nostri progetti, i nostri calcoli, le nostre previsioni. E' un invito ad aprirci con più generosità ai piani di Dio, sia sul piano personale che su quello comunitario>>.

Il Santo Padre esorta a fare attenzione  “alle piccole e grandi occasioni di bene che il Signore ci offre, lasciandoci coinvolgere nelle sue dinamiche di amore, di accoglienza e di misericordia verso tutti", con la consapevolezza di essere piccoli e deboli strumenti, che nelle mani di Dio e con la sua grazia possono compiere opere grandi.

Papa Francesco ha ricordato il popolo venezuelano e, parlando della beatificazione a Caracas di Maria Carmen Rendiles Martinez, fondatrice delle suore Siervas de Jesus de Venezuela.

Preoccupato per il conflitto e la crisi umanitaria nello Yemen ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché non venga risparmiato nessuno sforzo per aiutare la popolazione stremata da anni di guerre . Auspica che le parti giungano ad un negoziato “per evitare un peggioramento della già tragica situazione umanitaria".

Prima di concludere ha ricordato che Mercoledì prossimo ricorre la Giornata Mondiale del Rifugiato, occasione che richiama l’attenzione su coloro che sono costretti a fuggire dalla loro terra per conflitti e persecuzioni.

<<  Cade nel vivo delle consultazioni dei governi per l'adozione di un patto per i rifugiati e di un patto per i migranti. Auspico - ha precisato Bergoglio - che gli Stati coinvolti in questi processi raggiungano un'intesa per la protezione di chi è costretto a lasciare il proprio paese. Ma ciascuno di noi è chiamato ad azioni solidali- ha aggiunto- in questo incontro e appoggio c'è la soluzione di tanti problemi>>.

(Servizio di: Stefano Girotti)

Rai.it

Siti Rai online: 847