RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


IL SANTO DEL GIORNO

Martirologio Romano dei SantiLeggi >>

LE NOTIZIE DA RAI VATICANO

LA FAMIGLIA FONDATA SUL MATRIMONIO UOMO-DONNA E' INSOSTITUIBILE

Loreto; 25 marzo 2019- Papa Francesco ribadisce il valore tradizionale della famiglia come perno fondamentale della società. (servizio di: Stefano Girotti)

25-03-2019 18:34

LA FAMIGLIA FONDATA SUL MATRIMONIO  UOMO-DONNA E' INSOSTITUIBILE

In un momento storico in cui vengono proposti modelli di un nucleo famigliare diversi da quelli che hanno caratterizzato il modello sociale dell’Italia, il Papa, da Loreto, si esprime in modo inequivocabile sui contenuti dell’esortazione apostolica dedicata ai giovani: la Christus Vivit che sarà pubblicata il 2 aprile.

 "Nella delicata situazione del mondo odierno- precisa il Santo Padre- la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un'importanza e una missione essenziali. È necessario riscoprire il disegno tracciato da Dio per la famiglia, per ribadirne la grandezza e l'insostituibilità a servizio della vita e della società".

Dalla Santa Casa della città, in occasione della festa dell'Annunciazione, il Pontefice ha commentato  il passo evangelico della Visita dell'Arcangelo Gabriele alla Vergine Maria: "Qui, la giovane piena di grazia, continua a parlare alle nuove generazioni, accompagnando ciascuno nella ricerca della propria vocazione. Per questo ho voluto firmare qui l'Esortazione apostolica frutto del Sinodo dedicato ai giovani. Si intitola 'Christus vivit - Cristo vive'. Nell'evento dell'Annunciazione appare la dinamica della vocazione espressa nei tre momenti che hanno scandito il Sinodo: 1) ascolto della Parola-progetto di Dio; 2) discernimento; 3) decisione".

Durante il viaggio in elicottero, sorvolando le zone appenniniche, il Papa ha salutato la popolazione di Amandola, colpita dal terremoto del 2016. Al suo arrivo a Loreto, presso il centro giovanile "Giovanni Paolo II" in località Montorso, il Papa è stato accolto dall'Arcivescovo Prelato di Loreto, monsignor Fabio Dal Cin, e dalle autorità locali, prima di proseguire in auto verso il santuario di Loreto.

Dopo aver celebrato l'Eucaristia nella Santa Casa ed aver firmato l'esortazione Apostolica post-sinodale dedicata ai giovani, Francesco ha incontrato i circa 10mila fedeli, dedicando una particolare attenzione ai malati. Bergoglio, che ha definito la Santa Casa di Loreto "oasi di silenzio e di pietà e polo spirituale al servizio della pastorale vocazionale", rimarca il grande compito che la famiglia rappresenta per l’accoglienza e l’assistenza.

 "La malattia ferisce la famiglia e i malati devono essere accolti dentro la famiglia. Per favore- dice il Papa- non cadiamo in quella cultura dello scarto che viene proposta dalle molteplici colonizzazioni ideologiche che oggi ci attaccano. La casa e la famiglia sono la prima cura del malato nell'amarlo, sostenerlo, incoraggiarlo e prendersene cura. Ecco perché il santuario della Santa Casa è simbolo di ogni casa accogliente e santuario degli ammalati. Da qui invio ad essi, tutti, ovunque nel mondo, un pensiero affettuoso".

 

Rai.it

Siti Rai online: 847