RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

NON SIAMO FIGLI DI PRINCIPI MA GENTE DI POPOLO

In occasione dell’udienza ai chierici mariani che svolgono missioni in tutto il mondo il Santo Padre ha ribadito il significato di una Chiesa povera ma per i poveri.

18-02-2017 20:09

NON SIAMO FIGLI DI PRINCIPI MA GENTE DI POPOLO

Città del Vaticano, 18 feb. 2017 - L'invito ad accostarsi con semplicità a quelli che soffrono  è stato rivolto da Papa Francesco ai partecipanti al capitolo generale dei Chierici mariani dell'Immacolata Concezione della beata Vergine Maria, ricevuti in udienza  nella Sala del Concistoro. Il Pontefice ha raccomandato di mantenere la fedeltà al carisma originario, facendosi prossimi alla gente con gesti umili e linguaggio comprensibile. "Noi - ha ricordato -non siamo principi, figli di principi o di conti o di baroni, siamo gente semplice, di popolo. E per questo ci avviciniamo con questa semplicità ai semplici   e a quelli che soffrono di piu': i malati,i bambini, gli anziani abbandonati, i poveri... tutti. E questa poverta' e' al centro del Vangelo: e' la poverta' di Gesu', non la poverta' sociologica, quella di Gesu'".
Papa Francesco si rivolge alla congregazione missionaria e parla “ a braccio” con sincerità dal profondo e calore umano ribadendo che:    "La testimonianza cristiana richiede anche l'impegno con e per i poveri, un impegno che caratterizza il vostro istituto fin dalle origini". Il Santo Padre ricorda l’esempio di San Stanislao, fondatore dei Chierici Mariani della Beata Vergine e canonizzato nello scorso anno,  con un messaggio d’incoraggiamento a “ mantenere viva questa tradizione del servizio alle persone povere e umili  attraverso l'annuncio del Vangelo con linguaggio a loro comprensibile, con le opere di misericordia e il suffragio dei defunti".
 

Rai.it

Siti Rai online: 847