RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

SCONFIGGERE IL MALIGNO CON L'UNIONE E L'AMORE

Città del Vaticano, 21 maggio- Jorge Mario Bergoglio si è rivolto alle migliaia di fedeli accorsi per il Regina Coeli ricordando quanto sia importante l’amore per sconfiggere il demonio. Nel concludere annuncia la nomina di cinque nuovi cardinali.

21-05-2017 17:17

 SCONFIGGERE IL MALIGNO CON L'UNIONE E L'AMORE

"Se c`è un atteggiamento che non è mai facile, non è mai scontato anche per una comunità cristiana, è proprio quello di sapersi amare, di volersi bene sull`esempio del Signore e con la sua grazia. A volte i contrasti, l`orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa". Con queste parole ha sottolineato come si può sconfiggere l’inganno diabolico poiché "Una comunità di cristiani dovrebbe vivere nella carità di Cristo, e invece è proprio lì che il maligno 'ci mette lo zampino' e noi a volte ci lasciamo ingannare. E chi ne fa le spese sono le persone spiritualmente più deboli. Quante di loro si sono allontanate perché non si sono sentite accolte, capite e amate. Anche per un cristiano saper amare non è mai un dato acquisito una volta per tutte; ogni giorno si deve ricominciare, ci si deve esercitare perché il nostro amore verso i fratelli e le sorelle che incontriamo diventi maturo e purificato da quei limiti o peccati che lo rendono parziale, egoistico, sterile e infedele. Ogni giorno si deve imparare l`arte di amare, ogni giorno si deve seguire con pazienza la scuola di Cristo, con l`aiuto del suo Spirito".
Prima di concludere Papa Francesco ha annunciato che  il 28 giugno saranno nominati 5 nuovi cardinali provenienti da diverse parti del mondo ma che entreranno a far parte della Curia romana. ''… terrò un Concistoro per la nomina di cinque nuovi cardinali: la loro provenienza da diverse parti del mondo manifesta la cattolicità della Chiesa diffusa in tutta la terra e l'assegnazione di un titolo o una diaconia di una parrocchia di Roma testimonia l'appartenenza dei cardinali alla diocesi di Roma, che presiede alla carità di tutte le Chiese'', ha detto il Santo Padre dal balcone che si affaccia su Piazza Sam Pietro., precisando che, il 29 giugno,  in occasione della solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo concelebrerà la Santa Messa con i nuovi porporati. I cinque nuovi cardinali provengono due dall'Europa, e sono l'arcivescovo di Barcellona  Juan Jose'Omella e il vescovo di Stoccolma Anders Arborelius (era il primo vescovo svedese cattolico e ora sara' anche il primo cardinale scandinavo della storia); uno dall'Africa, l'arcivescovo di Bamako in Mali' Jean Zerbo, uno dall'Asia, il vicario apostolico di Paksa in Laos Louis-Marie Ling Mangkhanekhoun; uno infine dal Salvador ed e' Gregorio Rosa Chavez, il primo vescovo ausiliare a diventare cardinale.
( servizio di Stefano Girotti) 
 

Rai.it

Siti Rai online: 847