RAI VATICANO SPECIALI WEB

Reportage e approfondimenti tematici Leggi >>

Dio mio
DIO MIO


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


San Gregorio VII

IL SANTO DEL GIORNOLeggi >>

[an error occurred while processing this directive]

FEDE E AMORE PER IL PROSSIMO

Papa Francesco indica la via per la saggezza e ricorda i martiri della guerra civile in Spagna

12-11-2017 17:44

FEDE E AMORE PER IL PROSSIMO

Città del Vaticano, 12 novembre 2017- Dalla finestra che si affaccia su Piazza San Pietro il Papa spiega, volgendo lo sguardo ai 25.000 presenti alla benedizione domenicale nonostante il clima della piovosa giornata autunnale, che la “ fede da sola non basta” per vivere una vita serena in pace con se stessi e con Dio, perché “ serve l’amore per il prossimo”.

Il pontefice aggiunge che 'Essere saggi vuol dire non aspettare l'ultimo momento per   collaborare con Dio… se siamo vigilanti e  cerchiamo di compiere il bene, con gesti di amore, di condivisione, di  servizio al prossimo in difficoltà, possiamo restare tranquilli: il   Signore potrà venire in qualunque momento e anche il sonno della morte  non ci spaventa, perché abbiamo la riserva di olio, accumulata con le   opere buone di ogni giorno".       

Papa Francesco esorta a "tenerci pronti all'incontro con Dio. Molte volte, nel Vangelo, Gesù esorta a vegliare: 'Vegliate dunque, perché non   sapete né il giorno né l'ora'. Vegliare, però, non significa soltanto   non dormire, ma essere preparati. Qui sta dunque il significato dell'essere saggi e prudenti: si tratta di non aspettare l'ultimo   momento della nostra vita per collaborare con la grazia di Dio, ma di farlo già da adesso".

Al termine della recita dell’Angelus, Bergoglio ricorda i martiri della guerra civile spagnola che sono stati proclamati Beati:

<< Ieri, a Madrid, sono stati proclamati beati Vicente Queralt Lloret e 20 compagni martiri, José   María Fernández Sánchez e 38 compagni martiri. Tutti furono  uccisi in odio alla fede durante la persecuzione religiosa avvenuta   nel corso della guerra civile spagnola tra il 1936 e il '37- precisa il Santo Padre che conclude -  rendiamo   grazie a Dio per il grande dono di questi testimoni esemplari di   Cristo e del Vangelo>>.

Alcuni di loro erano membri della Congregazione della   Missione: sacerdoti, fratelli coadiutori, novizi; altri erano laici appartenenti all'Associazione della Medaglia Miracolosa.

Rai.it

Siti Rai online: 847